La raffinatezza senza tempo di Loretta Caponi

 

 

E’ sbagliato credere che le strade che si percorrono ogni giorno non riservino più sorprese. Sono tantissime le cose che passano inosservate, semplicemente perché non chiedono di essere notate ma si lasciano scoprire. In un momento in cui si cerca di attirare l’attenzione nei modi più disparati e forse disperati, esiste ancora chi riconosce l’eccezionalità come un valore. 

Sorprendersi non è una cosa facile né scontata, quando succede prendo nota, perché mi piacciono le cose fuori dall’ordinario, con un’identità precisa e rara. Caratteristiche che ho trovato in una boutique unica nel suo genere.

Entrare nell’atelier di Loretta Caponi è come fare un viaggio nel tempo per riappropriarsi di pezzi di passato singolari e, per i nostalgici, decisamente preziosi. I soffitti affrescati, i quadri e gli elementi d’arredo creano uno spazio rarefatto, che racchiude un gioco di tessuti e infinite sfumature.

La bottega era in origine un vecchio deposito per pianoforti, oggi invece trasmette il calore degli spazi di famiglia curati e impreziositi nel tempo, raccontando l’essenza di un brand nato più di 50 anni fa come celebrazione dell’arte del ricamo. 

Loretta Caponi inizia a lavorare ancora bambina, la sua è una storia di incontri, dedizione e di totale fiducia nelle proprie idee. E’ la dimostrazione che, spesso, la chiave del successo è andare controcorrente senza lasciarsi sedurre dai trend facili, ma momentanei. 

Quando apre il primo negozio nel 1967, Loretta crea camicie da notte con stampe in colori brillanti, usando solo tessuti naturali come cotone, seta e lino, in un periodo in cui la moda detta il contrario e a prevalere sono i tessuti sintetici. 

Queste creazioni, di immediato successo, rimangono ancora oggi capi iconici del brand che la scorsa primavera ha lanciato un capsule collection con Matches Fashion, declinata in stampe floreali dal sapore retrò. 

Royals, celebrità e star di Hollywood volano a Firenze per le creazioni ricercate, realizzate su misura, con disegni che rispecchiano le peculiarità e il gusto del cliente. 

Il lusso e l’eccezionalità delle creazioni di Loretta Caponi sta tutto nella tradizione artigianale e nel fatto a mano, dove le piccole imperfezioni sono un valore aggiunto, segno di qualità e dell’agire dell’uomo. Ogni pezzo è unico, realizzato con abilità secondo tecniche antiche, come quella dello “spolvero’’ e il punto “catenella” di origine ottocentesca. In questo modo è possibile miscelare fino a 100 colori ottenendo piccole opere d’arte. Il ricamo di disegni complessi richiede, oltre alla manualità, visione d’insieme ed estrema esperienza. 

L’artigianalità non è solo conservazione del passato, per il brand rappresenta il futuro. E’ essenziale, quindi, individuare e formare una nuova generazione di artigiani, capaci di soddisfare le esigenze di clienti che cercano pezzi speciali.

Oggi l’eredità di Loretta Caponi è portata avanti dalla figlia Lucia e dal nipote Guido con estremo rispetto e consapevolezza del valore della tradizione che va assolutamente preservata.

Il progresso non deve essere necessariamente produzione di massa; alla prospettiva di diventare commerciali entrambi preferiscono mantenere intatta l’anima del brand, che cerca l’unicità e non ha esigenza di omologarsi, che racconta la propria storia di lusso e raffinatezza.

Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *